fbpx

BITDEFENDER – “LA COSA PIÙ IMPORTANTE DELLA CYBERSECURITY È IL FATTORE UMANO”


Contenuto sponsorizzato

 

Facebooktwitterlinkedinmail

VUOI RICEVERE VIA E-MAIL I PROSSIMI CONTENUTI DI RADIO IT?
mail Iscriviti alla nostra newsletter

27 GIUGNO 2020 – Denis Cassinerio torna ai microfoni di Radio Bitdefender, in un podcast realizzato con il supporto di Radio IT. Con lui c’è Igor, e insieme parlano della risorsa più importante per la cybersecurity: il fattore umano.

Fattore umano, l’asset più importante 

“Tutti siamo umani”, ci dice Denis con una locuzione che, oltre a essere una verità acclarata, si presta a una duplice lettura. Da un lato, c’è l’imperfezione dell’uomo che apre alla possibilità di errore, da cui dipende il grosso delle violazioni della sicurezza informatica aziendale e personale. Da un altro lato, c’è il fatto che ogni misura di protezione non può non avere proprio il fattore umano al centro del proprio scopo. Che, appunto, è quello di proteggere le persone.

Buon ascolto!

fattore umano

Fattore umano: le prime domande di Radio IT a Denis Cassinerio

Buongiorno Denis, e bentornato!
Buongiorno a te e a tutti gli ascoltatori di RADIO IT.

Fattore umano: due parole che evocano una serie di immagini e valori profondi. Come si coniugano con la Cybersecurity?

Partiamo dall’identità fisica, sulla quale non ci sono dubbi, ne siamo consapevoli ancora prima della nostra nascita sebbene non lo ricordiamo. Le esperienze e il nostro modo di relazionarci nel mondo ne consolidano ancora di più il concetto. La cosa interessante è che l’umanità e la natura dispongono di tutti i processi cognitivi necessari per il mantenimento dell’identità fisica senza alcuna necessità di controlli “compensativi” che arrivino dal contesto esterno, o da un’etica affermatasi nella società.

Quei processi cognitivi ci forniscono una percezione del rischio che è parte della nostra sicurezza. In altre parole, è una cosa che conosciamo bene: con il fuoco ci si brucia, lo sanno tutti. Ma nel mondo digitale è tutto più complicato…

E poi nel podcast scoprirai …

.il lavoro di Bitdefender all’interno di questo contesto “umanocentrico”;
.l’importanza di una sicurezza proattiva
.il ruolo di tre variabili fondamentali: tempo, risorse, competenze

Buon ascolto!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi rimanere aggiornato via e-mail?

Se inserisci nome ed e-mail in questi form,  riceverai direttamente nella tua casella i nuovi contenuti che caricheremo in RADIO IT. Cliccando su “Invia” dichiari di aver letto e accettato l’Informativa Privacy.

Iscriviti ai canali podcast di RADIO IT

           

RadioIT Help Chat
Invia il messaggio