fbpx

INTERVISTA A MARCO PASCULLI – NFON

 


Contenuto sponsorizzato

VUOI RICEVERE VIA E-MAIL I PROSSIMI CONTENUTI DI RADIO IT?
mail Iscriviti alla nostra newsletter

Oggi su Radio IT siamo in compagnia di Marco Pasculli, managing director di NFON per l’Italia.

Ciao, Marco!
Ciao Igor, e buongiorno a tutti!

Partiamo subito. Dobbiamo socializzare: pizza o Facebook?
Pizza, manco a dirlo!

Marco Pasculli prima di NFON Italia 

Molto bene. Ma chi è Marco oggi? E cioè, non solo il brillante manager che ha portato NFON in Italia, ma proprio la persona.
Oggi sono un uomo di quasi 52 anni, felicemente sposato da quasi 30. Non ho figli, ma ho imparato ad amare e apprezzare gli animali. Ho deciso dieci anni fa di andare a vivere in campagna, scelta non facile per me che sono nato in città, ma che oggi amo. La campagna mi permette di mixare e combinare la vita che oggi svolgiamo tutti i giorni nella grande città con momenti di grande pace. Ho la fortuna, come dico sempre di lavare il cervello durante il weekend e di scaricare tutte le mie tensioni.

Nel 2019, dopo una carriera con posizioni apicali in diverse aziende, decidi di aprire la sede italiana NFON. Però facciamo un salto indietro: entri nel mondo della tecnologia – anzi, del tunnel dell’ICT – nel 1991. Come mai hai deciso di lavorare in questo settore?
Tutto è nato per caso. Nel 1991 sono entrato in questo settore perché ho ricevuto un’offerta da un’azienda in un mercato che mi era assolutamente alieno. Tieni conto che non sapevo neanche usare il computer e non ero appassionato di videogiochi come invece erano molti amici della mia stessa età. Ho avuto quindi la fortuna di entrare per caso nell’ambito tecnologico, ma me ne sono appassionato in poco tempo e ho voluto imparare da solo a utilizzare computer e vari programmi. Poi è nato internet e, come si dice, da cosa nasce cosa: mi è piaciuto talmente tanto che ne ho fatto il motivo della mia carriera professionale.

marco pasculli NFON


Marco Pasculli e NFON: divertirsi è fondamentale

Lavorare nell’IT è ancora divertente o prima era meglio?
Beh, diciamo che negli anni 90 ho vissuto l’esplosione del settore, era un mercato super ricco dove le aziende gestivano grandissimi capitali per dotarsi di infrastrutture e tecnologie che hanno permesso di quel che sono oggi. Era bello incontrare clienti che ascoltavano: io portavo informazioni ed emozioni tecnologiche. E’ stato un periodo meraviglioso che poi si è standardizzato: ci sono stati tantissimi vantaggi con internet, ma anche un appiattimento culturale. Oggi abbiamo accesso a tutte le informazioni in tempo reale, abbiamo saturato le aziende di tecnologia, non c’è ricambio e non c’è domanda di un tempo. NFON è una scelta dettata fondamentalmente dalla mia voglia di tornare a divertirmi come una volta, a incontrare aziende cui raccontare qualcosa. Direi quindi che per ora mi sto divertendo come allora: speriamo di continuare a lungo.

Poi torneremo su NFON; prima però prima vorrei chiederti quali sono le tecnologie che ti hanno colpito di più, e per quale motivo?
Internet è al primo posto, perché ha stravolto tutto stravolto il modo in cui tutti noi viviamo. Poi…

Nell’intervista, Marco Pasculli ha affrontato altri temi importanti: l’importanza del viaggio, quella della passione in ogni cosa si faccia. E quella di una tecnologia che sta cambiando in silenzio le nostre abitudini.
Quale? Scoprilo proprio nel podcast in cima a questa pagina.
Buon ascolto! 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi rimanere aggiornato via e-mail?

Se inserisci nome ed e-mail in questi form,  riceverai direttamente nella tua casella i nuovi contenuti che caricheremo in RADIO IT.
Cliccando su “Invia” dichiari di aver letto e accettato l’Informativa Privacy.

Iscriviti ai canali podcast di RADIO IT

           

RadioIT Help Chat
Invia il messaggio